perchè a Isola del Lupo? ... la storia!

 

La mia storia è diventata la storia del villaggio.... fin da piccolo ho creduto in altri mondi attraverso memorie, nate con me. Crescendo mi sono occupato di migliorare me e di migliorare gli altri attraverso percorsi formativi per il corpo dai 5 anni, per la mente dai 20 e per lo spirito dai 30 anni compiuti. Una notte, dopo una meditazione, ho sognato di vivere nel futuro in un villaggio su di un monte, da dove si potesse scorgere il mare; un luogo di guarigione per le genti in cui trasmutare il vecchio in nuovo, in armonia con la Terra. Mi son messo in viaggio per le terre a me vicine con il cuore aperto e sufficiente sensibilità da percepire le energie dei luoghi che andavo visitando. Dopo due anni di deludenti ricerche, un'amica m'invita ad un cerchio di meditazione a MONTEFREDDO di TREDOZIO. Vado e sul posto sento un'aria di casa. Spensierato e distaccato dall'idea del progetto, così come sempre bisognerebbe accostarsi alla vita per riceverne i doni, durante il pranzo, chiaccherando con Rossana, la proprietaria terriera, imparo da lei che ha in mente un grande progetto, anche il suo sognato in un viaggio in Africa. "ISOLA DEL LUPO"...il nome mi piace! L'isola rappresenta una realtà separata, spesso paradisiaca e il Lupo nelle tradizioni native è simbolo del Maestro Interiore...perfetto direi! Iniziamo a parlare nei dettagli ed emerge che vuole realizzare un AGRITURISMO, una FATTORIA DIDATTICA, una RISERVA NATURALE e un ECO-VILLAGGIO... Rimango piacevolmente stupito e chiedo dettagli e lei mi consegna le carte del progetto già approvato da regione, comune e comunità montana (dentro me penso: "tutta burocrazia già fatta!...wow!"). Leggendo dell'eco-villaggio mi ritrovo nella descrizione delle attività che si sarebbero svolte nello stesso, così come le aveva sentite Rossana nello scriverlo. Taiji, Cristalloterapia e Kinesiologia...le discipline che io pratico da tanto!...com'era possibile che ci fossero scritte proprio quelle e non altre? Le chiedo! E lei mi risponde che sentiva che chi fosse arrivato ad aiutarla nel progetto avrebbe praticato tali discipline!....il resto ve lo lascio intuire...Da allora sono passati due anni di contatti e accordi con l'istituzione comunale per trovare un modo per essere inquadrati all'interno delle legislazioni locali. E finalmente il primo palo piantato a cui è seguito un rigido inverno che ha messo a dura prova quanto realizzato...Tante volte abbiamo dovuto seguire quello che natura e universo hanno voluto per noi, per migliorarci e crescere assieme! ... il sogno ha preso forma nel suo seme centrale che è il villaggio di yurte che potete già venire a vedere....ma ancor più il primo nucleo di anime si è trovato e, non senza difficoltà, ogni giorno lavora su di sè per diventare quel sogno condiviso ora!....la storia continua! (Alessandro Ervi - Solaris)

cambiamenti!

 

...Tante volte abbiamo dovuto seguire quello che natura e universo hanno voluto per noi, per migliorarci e crescere assieme! ...Era il 2010 quando tutto è iniziato, nel 2012 abbiamo realizzato il primo villaggio ed ora, nel 2019, stiamo terminando il secondo nuovo villaggio!

Vivere il villaggio e la yurta è un fantastico specchio, che ci mette a nudo difronte alla natura e a noi stessi! 

Negl'anni del primo villaggio ho visto crescere il numero di partecipanti assieme al numero di yurte, ho visto yurte cedere alle intemperie assieme alle persone che le abitavano, persone non dare energia al villaggio andarsene, accusando e giudicando, perchè non in grado di guardarsi dentro. Ho battagliato e accolto, aggiustato e riorganizzato, soprattutto me stesso e ringrazio ogni persona passata e ogni esperienza vissuta perchè necessarie al mio cambiamento, fatto di tanta sperimentazione, errori e messa in gioco, ripartendo da zero ogni volta!

Ero partito da un sogno ed, entusiasta, l'ho alimentato con impegno e aspettative troppo grandi... ma la natura mi ha sempre riportato con i piedi per terra...

Ho capito che il "cerchio" è un progetto che richiede una guida, che i talenti senza volontà non hanno valore, che solo la perseveranza e la volontà nel perseguirla ci fanno crescere e così sto buttando giù le nuove linee guida per il nuovo villaggio, che non vuol più essere niente più di ciò che è! un magico luogo di natura e potere da far crescere tanto quanto intendiamo crescere!

Solo quando ciascuno è cresciuto a sufficienza in se , potrà farlo con qualcun'altro, magari all'inizio con la propria compagna/o, e poi nel gruppo!

Mi affido al grande Spirito, accogliendo quanto vorrà mostrarmi e chi vorrà mettermi al nostro fianco!...Aho!

 (Alessandro Ervi - Solaris)